Home arrow Notizie arrow Rassegna stampa arrow VILLANOVA "STORY"
VILLANOVA "STORY" Stampa
mercoledì 21 dicembre 2005
Questo che riportiamo è l'articolo di Fabrizio Ponti (presidente parrocchiale) pubblicato sul n. 2 di “RACCONTANDO”, periodico trimestrale dell'Azione Cattolica di Forlì-Bertinoro.

La nostra associazione parrocchiale di Villanova conta circa 60 aderenti, di tutte le fasce di età, ma mi piace presentarla come un’associazione di volti e di persone.
Incontrando il volto delle persone più anziane si capisce che la nostra associazione arriva da molto lontano: la sua fondazione nella nostra parrocchia si perde nei ricordi di chi ha 90 anni e assicura di essere “iscritto” all'AC da quando era bambino. È bello pensare a questa continuità, perché è grazie all’impegno dei tanti che ci hanno preceduto se oggi ci è dato di vivere questa bella esperienza.
È bello anche ricordare, con profonda gratitudine, alcuni precisi momenti di svolta.

Innanzitutto, agli inizi degli anni '80, quando grazie all’iniziativa di un nostro parrocchiano, Pierluigi, è nato il primo gruppo ACR. Poi, il dono molto grande della disponibilità di Barbara, Lorenzo, Piero ed Elisabetta dell'AC di S. Paolo, che con il loro servizio hanno permesso agli acierrini ed ai giovanissimi del tempo di essere qui oggi, a parlarvi da queste pagine... grazie!!!
Non possiamo inoltre non ricordare Debora, che partita insieme a noi con il primo gruppo di aiuto-educatori, fino all’ultimo ha sempre voluto continuare il suo impegno educativo, fino a quando il Signore l’ha chiamata a sé, e che certamente anche oggi ci è vicina in tutte le nostre attività.
Persone, quindi, ...tante, e un cammino,... lungo, che ci ha portato alla vita dei gruppi di oggi, che per la disponibilità dei (grazie a Dio) numerosi (e bravi, lasciatemelo dire) educatori permette a tanti di sperimentare la bellezza del vivere insieme, nella Chiesa, la Fede in Cristo. Non mancano ovviamente le difficoltà, ma vorrei una volta tanto presentare ogni gruppo della nostra AC soffermandomi sugli aspetti positivi, che mi piacerebbe condividere con chi leggerà queste righe, per uno scambio di esperienze ed un arricchimento comune.

Gruppo ACRGruppo ACR – Uno dei risultati più importanti degli ultimi anni è sicuramente l’accresciuto rapporto con i genitori degli acierrini, sfociato nelle ultime settimane in una cena insieme, molto bella e partecipata. Richiede un lavoro paziente e per certi aspetti anche faticoso, ma molto appagante e utile. Lo consigliamo a tutti.
Gruppo Issimi - Oltre a vivere gli impegni tradizionali di ogni gruppo, per aiutare i ragazzi a crescere, ci siamo sforzati di coinvolgerli in altre attività ricreative, anche... teatrali!!! culminate in una bella rappresentazione che è andata in scena negli ultimi tempi.
Gruppo Giovani - Nonostante l’età inizi a portare nella vita di ciascuno tanti impegni, la voglia di incontrarsi e di raccontarsi riesce ad essere ancora più forte, ed è questo il segno distintivo del gruppo, insieme alla grande operosità per organizzare le tante iniziative parrocchiali.
Gruppo Giovani-AdultiGruppo Giovani-Adulti – E’ il gruppo storico, quello che sta continuando con gli acierrini e i giovanissimi degli anni '80. La maggior parte si è sposata, ed alcuni iniziano ad avere dei bimbi (futuri acierrini?), così il gruppo è cresciuto grazie proprio all’apporto dei consorti e dei pargoli.
Gruppo Adulti - Ciascun adulto è impegnato in un servizio all’interno della parrocchia: sono un bell’esempio, uno sprono ed un punto di riferimento per tutte le nuove generazioni.
Attività Unitarie - Fra le attività che cerchiamo di vivere unitariamente, vorrei accennare allo spettacolo che già per il 2° anno abbiamo presentato per la Festa dell'Adesione: grazie alle capacità di qualcuno dei più giovani e all’iniziativa di tutti (sul palco si presentano veramente tutti, dai bimbi agli adulti) rappresenta un bel momento di condivisione e festa. Un ritiro comune di tutti i gruppi parrocchiali, invece, è un desiderio al momento non ancora realizzato, ma che speriamo di concretizzare in Quaresima.

Non posso concludere senza ringraziare pubblicamente il nostro parroco Don Libero, che ci è sempre vicino, che ci "pungola" a migliorare tutte le nostre attività: senza il suo contributo molte cose non sarebbero state possibili... grazie!!!

Fabrizio Ponti
 

Chi e' online